11/9/2001 – 11/9/2021

Vent’anni dopo

L’11 settembre 2001 il mondo si trovava di fronte all’attacco terroristico organizzato da Al-Qaida. Un evento che ha fatto da spartiacque nella storia internazionale recente. Quattro aerei di linea, appartenenti a due delle maggiori compagnie aeree statunitensi (United Airlines e American Airlines) furono dirottati da 19 terroristi appartenenti ad “Al Qaida”. Due aerei (il volo American Airlines 11 e il volo United Airlines 175) furono fatti schiantare rispettivamente contro le due torri chiamate “Twin Towers” (Torri Gemelle) a New York del World Trade Center, nel quartiere della Lower Manhattan di New York. Nel giro di 102 minuti entrambe le torri crollarono. I detriti e gli incendi causarono poi il crollo parziale o totale di tutti gli altri edifici del complesso del World Trade Center. Un terzo aereo, il volo American Airlines 77, fu fatto schiantare contro il Pentagono, sede del Dipartimento della Difesa, nella contea di Arlington in Virginia e causò il crollo della facciata ovest dell’edificio. Un quarto aereo, il volo United Airlines 93, aveva come obbiettivo la città di Washington  ma precipitò in un campo nei pressi di Shanksville, in Pennsylvania, a seguito di una eroica rivolta dei passeggeri. Gli attacchi causarono la morte di 2.977 persone (più 19 dirottatori) e il ferimento di oltre 6.000. Negli anni successivi si verificarono ulteriori decessi a causa di tumori e malattie respiratorie legate alle conseguenze degli attacchi. Per questi motivi e per gli ingenti danni infrastrutturali causati, tali eventi sono spesso considerati dall’opinione pubblica come i più gravi attentati terroristici dell’età contemporanea.

Acquista l’ultimo numero de «Il Caffè».

Vai alla barra degli strumenti