Navalny dal carcere: ‘Mi bloccano per zittirmi in vista del voto’

“La paura del Cremlino nei confronti del voto intelligente è cosi grande, che hanno bloccato me.

Alexei Navalny, in un post affidato a Instagram, sostiene che gli vengono limitati gli incontri con il suo avvocato nel tentativo, alla vigilia delle elezioni del 19 settembre, d’impedirgli di comunicare con i suoi sostenitori e di pubblicizzare la strategia del ‘voto intelligente’ e così “lottare per un futuro migliore per il nostro Paese contro coloro che ci trascinano nel fango”. “E’ da voi pappemolli, che vivete nel comfort, che vengono bloccati i siti su internet. Mentre da noi, in prigione, bloccano direttamente le persone”, dice Navalny con una battuta.

 

 

Acquista l’ultimo numero de «Il Caffè».

Acquista la rivista in formato cartaceo cliccando qui.

Per ricevere gratuitamente il pdf della rivista abbonati al nostro canale Twitch. E, se sei abbonato ad Amazon Prime, l’abbonamento al nostro canale è gratuito.