L’Universale editore


Storia dei viaggi di Paolo VI

14,99 

Il lavoro di ricerca che compone questo libro ha esplorato la figura di Papa Paolo VI, con particolare attenzione ai suoi viaggi fuori dal territorio italiano e come questi siano stati raccontati, analizzati e criticati nella stampa politica dell’epoca. L’elevata attenzione su questi viaggi, avvenuti in un arco di tempo molto ristretto, ma che hanno…

Descrizione

Il lavoro di ricerca che compone questo libro ha esplorato la figura di Papa Paolo VI, con particolare attenzione ai suoi viaggi fuori dal territorio italiano e come questi siano stati raccontati, analizzati e criticati nella stampa politica dell’epoca. L’elevata attenzione su questi viaggi, avvenuti in un arco di tempo molto ristretto, ma che hanno consentito al pontefice di toccare tutti i continenti del pianeta, era dovuta a diversi elementi. Non ultimo il fatto che si trattasse sempre di prime volte. Era infatti dai tempi di Pio VI e Pio VII, portati fuori dalla penisola dalle truppe napoleoniche, che un pontefice non lasciava l’Italia. Questi viaggi però, assumevano anche un forte valore politico, non tanto perché Paolo VI evitava di presentarsi come capo di Stato, ma perché i suoi pellegrinaggi avvenivano in paesi e contesti nei quali l’arrivo della guida del cattolicesimo non poteva non lasciare una impronta attraverso le sue parole e i suoi gesti. Non bisogna infatti trascurare che gli anni nei quali Montini compì i suoi viaggi erano anni di forti tensioni internazionali, su tutte la guerra in Vietnam nel complesso quadro della Guerra fredda, e di grandi cambiamenti sociali e culturali in Italia, come il “boom” economico, il ’68 e l’introduzione del divorzio, per citarne alcuni. Da qui le diverse letture che la stampa politica italiana proponeva ai suoi lettori.