L’Universale editore


Tag: medioevo

  • Dieci parole ed espressioni dantesche che usiamo ancora oggi

    Dieci parole ed espressioni dantesche che usiamo ancora oggi

    Articolo tratto dal primo numero de «Il Caffè» del dieci ottobre 2020.  L’anno venturo occorrerà l’ottavo centenario della morte di Dante Alighieri. Eppure, nonostante i secoli trascorsi, l’eco dell’operato del poeta, in particolar modo della Divina Commedia, non ha ancora cessato di risuonare all’interno della lingua italiana. L’incidenza dell’opera dantesca sulla storia della lingua e…

  • Lo sviluppo culturale nel regno visigoto

    Lo sviluppo culturale nel regno visigoto

    Il popolo barbaro che difese e diffuse il sapere della cultura classica. La civiltà visigota, dal VI agli inizi dell’VIII secolo, si contraddistinse per il grande sviluppo culturale connotandosi come l’area geografica dell’Europa che, nel clima di generale decadenza degli stati romano-barbarici, conservò e perpetuò il sapere della cultura classica. Questa specificità è ben esplicata…

  • Il re dalla maschera d’argento

    Il re dalla maschera d’argento

    Baldovino, il re lebbroso.  Baldovino IV, re di Gerusalemme tra il 1174 e il 1185, per anni nascose il viso con una maschera d’argento. Il motivo era che soffriva delle devastazioni della lebbra, che lo aveva lasciato senza naso, causandogli il soprannome di “re maiale”. Nonostante la malattia, per la quale molte persone erano disprezzate, i sudditi…

  • Le scuole e le biblioteche nell’Alto Medioevo del regno visigoto

    Le scuole e le biblioteche nell’Alto Medioevo del regno visigoto

    L’istruzione era circoscritta a una ristretta élite sociale, mentre le biblioteche conservavano autori cristiani e pagani come Plinio, Sallustio e Seneca. Nel regno visigoto, la preparazione intellettuale era circoscritta a una ristretta elite sociale costituita da alti funzionari, membri dell’aristocrazia e componenti del clero contrapposti alla stragrande maggioranza della popolazione rurale che, a eccezione di…

  • La voglia dei cazzi

    La voglia dei cazzi

    Siamo abituati a pensare che la donna, nel medioevo, vivesse in un mondo chiuso, unicamente dedita al marito ed estranea alle pulsioni sessuali; ma, un poemetto del Tredicesimo secolo, ci racconta un’altra realtà. Sono pochi i documenti medievali sopravvissuti ai secoli e giunti fino a noi. E, queste rare eccezioni, provengono dalle librerie e dagli…

  • Alla conquista di Gerusalemme

    Alla conquista di Gerusalemme

    Novecentoventuno anni fa, il 7 giugno 1099, iniziava l’assedio di Gerusalemme e la prima crociata cristiana volgeva al suo epilogo. Gerusalemme venne liberata e le sinagoghe vennero date alle fiamme. E, giunti nella grotta del Santo Sepolcro i crociati pregarono il Signore; poi piansero, fieri di aver compiuto la missione che Dio aveva dato loro.…

  • La paura dell’anno mille

    La paura dell’anno mille

    Secondo gli scrittori romantici dell’Ottocento il 31 dicembre dell’anno 999 il mondo si fermò, impaurito dalla fine del mondo, dall’Apocalisse di Giovanni e dalla venuta di Satana. Dalla fredda Germania del Diciannovesimo secolo i sentimenti e le passioni del Romanticismo si diffusero in tutta Europa, come un grande focolare posto a scaldare i cuori degli…