L’Universale editore


Categoria: Cinema

  • Franco Zeffirelli, Luchino Visconti e la Sicilia dei pescatori di Aci Trezza

    Franco Zeffirelli, Luchino Visconti e la Sicilia dei pescatori di Aci Trezza

    Nel 1947, il regista fiorentino, allora poco più che ventenne, affiancò Luchino Visconti nel capolavoro neorealista “La terra trema”, il più grande esempio cinematografico di messa in scena del linguaggio.  Nell’estate del 1947, il regista che con Ossessione aveva inaugurato il genere cinematografico del neorealismo, Luchino Visconti, con la sua troupe decise di recarsi in Sicilia…

  • Il cinema secondo Pier Paolo Pasolini

    Il cinema secondo Pier Paolo Pasolini

    “Facendo il cinema io vivevo finalmente secondo la mia filosofia. Ecco tutto!”. “Facendo il cinema io vivevo finalmente secondo la mia filosofia. Ecco tutto”. Una filosofia che Pasolini avrebbe dispiegato in un film formato da episodi, intitolato “Che cos’è il cinema?”, se solo la scomparsa del grande Totò non avesse vanificato il progetto. Nel saggio…

  • La pellicola: Lo squalo

    La pellicola: Lo squalo

    Diretto da Steven Spielberg, “Lo squalo” uscì nelle sale americane nel 1975 e fu ispirato all’omonimo romanzo di Peter Benchley. Il film, considerato un cult movie del genere thriller, rappresenta, con la sua uscita, un momento di svolta nella storia del cinema americano. Durante una festa in spiaggia nell’isola di Amity, al tramonto, la giovane…

  • La nascita di Mickey Mouse e il primo grande successo di Walt Disney

    La nascita di Mickey Mouse e il primo grande successo di Walt Disney

    Un uomo e una donna, Walt e Lilian, su un treno, discutevano del fallimento del loro primo cartone animato, il coniglio Oswald. Sfiduciati, decisero di abbandonare il progetto, fino a quando Lilian non si ricordò di un topolino che era solito fargli visita al tramonto… Anno 1928. Nella tranquilla e pacifica America, in un treno…

  • Oswald, il coniglio sfortunato

    Oswald, il coniglio sfortunato

    Prima di Topolino, a metà degli anni venti, Walt Disney creò il suo primo personaggio: Oswald, the Lucky Rabbit. Il coniglio, tuttavia, non ebbe fortuna, offuscato dall’enorme popolarità di Mickey Mouse. L’impero dell’intrattenimento costruito da Walt Disney è talvolta chiamato la “Casa del topo” in riconoscimento del ruolo principale svolto dalla creazione più famosa della Disney, Topolino. Le…

  • Il cinematografo in Francia

    Il cinematografo in Francia

    Alle origini del cinema: l’esperienza francese nei primi anni del Novecento fino al capolavoro di Charles Le Bargy e Andrè Calmettes “L’assassinat du duc de Guise”. All’alba del Ventesimo secolo la modernità e l’innovazione aprivano nuovi importanti orizzonti e l’industria cinematografica cominciava a progredire. Le sale vennero dedicate prevalentemente alla proiezione dei film e la…

  • Il mio Leo Longanesi: intervista a Pietrangelo Buttafuoco

    Il mio Leo Longanesi: intervista a Pietrangelo Buttafuoco

    Nell’ottobre del ’57, Indro Montanelli commemorava così il suo amico Leo, stroncato da un infarto pochi giorni prima: “Che battaglia abbiamo combattuto dietro la sua ispirazione e guida! Una battaglia perduta, in nome di un mondo immaginario, inventato di sana pianta da lui. Longanesi ci ha fatto sedere sulle poltrone più scomode, in guerra con…

  • Il Technicolor

    Il Technicolor

    Negli anni Trenta la Technicolor rivoluzionò il colore nel mondo del cinema; il primo film ad utilizzare la nuova tecnica fu “Fiori e Alberi” del 1932, cortometraggio animato diretto da Burt Gillet e prodotto dalla Walt Disney. Gli anni Trenta consacrarono l’importanza e la grandezza del cinema. In tutto il mondo cresceva sempre più l’interesse…

  • Quando Totò conobbe Pasolini

    Quando Totò conobbe Pasolini

    L’incontro avvenne nella casa romana del comico napoletano; parlarono del progetto di Pasolini, il film Uccellacci e uccellini. Roma, la città eterna, era il fondale dell’incontro tra Totò e Pasolini. Totò, o meglio, Antonio De Curtis (l’attore sarà sempre sentito dalla persona come un’esistenza a sé stante) si trasferì a Roma all’inizio degli anni Venti,…

  • Il Secolo d’Italia e la campagna di stampa contro “La dolce vita” di Fellini

    Il Secolo d’Italia e la campagna di stampa contro “La dolce vita” di Fellini

    Non tutti, nel 1960, apprezzarono l’opera di Fellini e Flaiano; sia da destra che da sinistra, “La dolce vita” veniva definita un oltraggio all’Italia e a Roma. Nel 1960 il Secolo d’Italia si contraddistinse per una campagna di stampa contro La dolce vita, il più famoso film di Federico Fellini. Nonostante il regista per la…