L’Universale editore


Categoria: Fascismo

  • Montanelli, la guerra d’Abissinia e la giovane Destà

    Montanelli, la guerra d’Abissinia e la giovane Destà

    Nell’aprile del 1935 il giovane giornalista Indro Montanelli partiva da Napoli per raggiungere l’Africa Orientale, dove l’aggressione all’Etiopia stava per regalare la corona d’imperatore al re Vittorio Emanuele III. A Saganeiti, lo sciumbasci Gabèr Hishial procurò una giovane moglie all’ufficiale italiano, la dodicenne Destà. La quale, dopo la guerra, sposò un ascaro da cui ebbe un…

  • Sono sessantatré anni che ci manca Leo Longanesi

    Sono sessantatré anni che ci manca Leo Longanesi

    Sessantatré anni fa, il 27 settembre 1957, Leo Longanesi moriva improvvisamente per un infarto mentre si trovava nel suo tavolo da lavoro. Fece in tempo a dire: “Proprio come desideravo, rapidamente e tra le mie vecchie cose”.  È già più di mezzo secolo che ci manca Leo Longanesi. Aveva solo 52 anni ed era stato…

  • Il conflitto alle porte

    Il conflitto alle porte

    Ottantuno anni fa, il primo settembre 1939, la Germania nazista invadeva la Polonia, accendendo la miccia che fece esplodere la Seconda Guerra Mondiale. Mussolini, alleato di Hitler, era a conoscenza dell’impreparazione bellica italiana, la quale aveva lasciato armi e uomini in Abissinia, in Albania e in Spagna, ma decise ugualmente di sfidare Francia e Inghilterra accanto…

  • Leo Longanesi, un fascista dell’Ottocento

    Leo Longanesi, un fascista dell’Ottocento

    Centoquindici anni fa, il 30 agosto 1905, a Bagnacavallo, in provincia di Ravenna, nasceva Leo Longanesi, il più grande maestro del giornalismo italiano. Era il millenovecentoventisette. Su «L’Assalto» di Bologna, diretto dal fascistissimo Giorgio Pini, venne pubblicata l’autobiografia del giovanissimo Leo Longanesi: “Sono nato a Bagnacavallo nell’agosto del 1805, ma questo non toglie ch’io abbia…

  • L’aeronautica di Mussolini

    L’aeronautica di Mussolini

    I limiti della macchina bellica fascista. Ogni lavoro storico e interpretazione della guerra condotta dall’Italia fra il 1940 e il 1943, parte dalla granitica certezza che il Paese fosse assolutamente impreparato sotto ogni punto di vista. Tale giudizio sull’impreparazione italiana, assurto a dogma nel dopoguerra, è del tutto falso per quanto riguardava gli strumenti di…

  • Don Giovanni Minzoni, il prete antifascista

    Don Giovanni Minzoni, il prete antifascista

    Novantasette anni fa, il 23 agosto 1923, nel paese di Argenta, in provincia di Ferrara, il parroco Don Giovanni Minzoni, simbolo dell’antifascismo e decorato sul campo con la medaglia d’argento al valore militare durante la Grande Guerra, venne ucciso a manganellate dagli squadristi di Italo Balbo. All’indomani della Grande Guerra i movimenti politici furono scossi…

  • Il delitto Matteotti (terza parte)

    Il delitto Matteotti (terza parte)

    La prima delle tante decisioni irrevocabili. Gli “aventinisti” indicarono in Mussolini il mandante del delitto e confermarono la loro linea di disconoscimento del Governo. Nel lungo periodo l’azione si sarebbe poi arenata nelle paludi dei disaccordi, a causa della diversità ideologica dei componenti delle opposizioni e a causa del disaccordo sui metodi di condotta della…

  • Il delitto Matteotti (seconda parte)

    Il delitto Matteotti (seconda parte)

    L’omicidio del deputato socialista dopo il rapimento avvenuto nel Lungotevere Arnaldo da Brescia e la funesta secessione dell’Aventino. Roma, pomeriggio del 10 Giugno 1924. Giacomo Matteotti passeggiava nel Lungotevere Arnaldo da Brescia per recarsi alla Biblioteca della Camera, quando una Lancia Lambda gli si avvicinò. Scesero quattro uomini. Si trattava di quattro squadristi. Il deputato…

  • Il delitto Matteotti

    Il delitto Matteotti

    Novantasei anni fa, il 16 agosto 1924, venne ritrovato il cadavere del deputato socialista Giacomo Matteotti. Dopo le elezioni politiche, alla Camera, denunciò brogli e violenze delle squadre fasciste. Venne rapito, assassinato dai sicari di Mussolini e dimenticato dai militanti antifascisti. Roma, 3 Gennaio 1925. Nella Camera dei Deputati, l’assemblea degli onorevoli attendeva che Benito…

  • James Bond in Italia

    James Bond in Italia

    Settantasette anni fa, la notte del 13 agosto 1943, l’agente segreto 007, un ventenne inglese, venne paracadutato presso il lago di Como dove iniziò la sua personale lotta al nazifascismo. Sulla sua avventurosa vicenda furono scritti libri e girati numerosi film. Si sa, la realtà spesso supera la fantasia e quella che stiamo per raccontarvi…